La Festa della Luce – Seminario residenziale di due giorni | 18-19 Giugno

festa della luce

LA FESTA DELLA LUCE
Celebrazioni per il Solstizio d’Estate:
La Soglia degli umani tra sogno e realtà.

A cura di Domenico Castaldo, il team del LabPerm:
Ginevra Giachetti, Marta Laneri, Rui Albert Padul, Natalia Sangiorgio;
e Donatella Marchioro (Scuola degli Angeli)

18-19 Giugno 2016

Presso la Casa del Salice Ridente, Vallunga di Piea (Asti)

La Festa della Luce (più comunemente conosciuta come Solstizio d’Estate) è un momento di passaggio importante per tutte le creature. E’ il confine, secondo la tradizione romana, tra sogno e realtà; in quei giorni si apre la porta che guida verso la maturità del ciclo solare, della crescita delle piante, della genesi e della manifestazione individuale.
Come ci prepariamo per attraversare questa soglia? Quali intenti, capacità svilupperemo? Di quali pesi intendiamo liberarci?

TEMI
Simbolo del confine tra il mondo dello spazio/tempo e la spazialità atemporale è rappresentata presso gli antichi romani da una delle rare divinità di origine italica, forse di eredità etrusca: Giano Bifronte ovvero l’Iniziatore. Giano, il dio con due volti (uno rivolto verso l’interno e l’altro verso l’esterno della Soglia) veniva celebrato al Solstizio d’Estate, ne rappresentava il cardine attraverso il quale si celebra il Principio ed ogni momento di passaggio.

ATTIVITA’
LITURGIA RIDENS:
Percorso di gruppo teso al risveglio delle proprie forze creative.
CANTI:
In uso al LabPerm per la cura del corpo e dell’Anima; da ascoltare e da cantare assieme.
DANZA DELL’ACQUA:
Si svolgerà in costume da bagno e si eseguiranno ritmi e canti sull’acqua e con l’acqua.
LE DOMANDE SULLA SOGLIA:
Ognuno dei partecipanti sarà invitato a porre le basi per il proprio Intento che svilupperà durante la celebrazione della Festa della Luce. Donatella Marchioro interpreterà le domande e offrirà delle risposte.
I DIALOGHI SULLA SOGLIA:
Sarà un percorso di gruppo per mettere in luce (ed in azione) le intenzioni dei partecipanti, al fine di rimuovere i possibili blocchi, le contro-intenzioni alla realizzazione dei nostri sogni e bisogni.
CAMMINATA SENSORIALE:
Si tratta di una pratica di cammino che ci introduce al nostro modo di osservare e percepire il mondo attorno a noi.

_________________________________________________________

PROGRAMMA DETTAGLIATO

SABATO 18
h 8.30 Colazione
h 9.30/10 Liturgia Ridens (Conduzione LabPerm)
h 11.30 Camminata sensoriale (LabPerm)
h 12.00 Le domande sulla Soglia (Donatella/LabPerm)
h 13.00 Canti di chiusura della Mattina (LabPerm)
h 13.30 Pausa pranzo
h 15.00 I dialoghi sulla Soglia (LabPerm)
h 18.00 La danza dell’acqua (LabPerm)
h 19.00 Pausa e cena
h 22.00 Meditazione alle stelle (Donatella/LabPerm)
h 23.00 Riposo

DOMENICA 19
h 8.30 Colazione
h 9.30/10 Liturgia Ridens
h 11.00 I dialoghi sulla Soglia (continuazione del lavoro della giornata precedente)
h 13.00 Canti di chiusura della Festa della Luce
h 13.30 Pranzo
Partenza

Il seminario si svolgerà alla
Casa del Salice Ridente,
a Vallunga di Piea (AT),
dove avrete anche vitto e alloggio!
E’ possibile pernottare dalla sera di venerdì 17, oppure dalla mattina di sabato 18.

PER ULTERIORI INFO E COSTI:
info@labperm.it
338 1728883
oppure
donioro@hotmail.com
335 8166041

Un maggio di concerti infuocati per la Figurelle Orkestar!

Eccoci tornati i prossimi appuntamenti della Domenico Castaldo & Figurelle Orkestar!
Questo maggio si prospetta infuocato:

venerdì 6 maggio suoneremo al Tavagnasco Rock alle 21.30
Dopo di noi suoneranno L’Orage, il CoroMoro e i Mau Mau…che dire, una serata da non perdere!
Per info, costi e prevendite: http://www.tavagnascorock.com/IT/

sabato 7 maggio invece ci troverete all’ARCI The Hustler, in via Reggio 13 alle 21.30
Una serata rivitalizzante, intima ed emozionale!
L’ingresso sarà gratuito con tessera ARCI

mercoledì 11 maggio sarà la volta di un altro importante concerto: siamo stati convocati dal Club Tenco per suonare ad una serata della rassegna “Tenco Ascolta”.
Saremo ad Imperia, presso lo Spazio Calvino in via Nizza 8 dalle 20.30
Insieme a noi a deliziare la serata ci saranno Roberto Casesi, Lizzadro, Alberto Lautaro Spada e come ospite d’onore Zibba

Il 4 giugno invece porteremo la nostra musica a Metz in Francia, ma continuate a seguirci mettendo un bel like sulla nostra pagina facebook per essere sempre aggiornati su tutte le ultime novità!
Vi aspettiamo numerosissimi!

4 Giugno, Bataville: la Figurelle Orkestar sbarca in Francia!

Eccoci qua: Figurelle Orkestar! Veniamo dal mondo – Europa – Italia – Piemonte – Torino – Porta Palazzo per l’esattezza, un crogiuolo di razze, stazze, puzze e svariata umanità.

Ma ci piacerebbe andare lontano, oltre il Manzanarre e il Reno, oltre il continente Nero, oltre tutto quanto par vero e sappiamo che siam stati di già.

Saltando, picchiettando, giocherellando, trotterellando sappiam che solo così si conquista la libertà.

 

Carissimi tutti, siam felici di annunciare il nostro prossimo passo:
Il 4 giugno suoneremo al festival BATATOWN organizzato dalla F.A.A. – Fabrique Autonome des Acteur!
Se qualcuno si trovasse in zona potrà trovarci dalle 14.50 alle 15.30 a Bataville.
Au revoir!

La Figurelle Orkestar sbarca a Milano, il 14 Febbraio al Teatro Ringhiera!

figu14FEB

La Figurelle Orkestar è felice di invitarvi al prossimo concerto!
Si terrà domenica 14 Febbraio al Teatro Ringhiera, in via Boifava 17, Milano (MM2 Abbiategrasso, tram 3 – 15, bus 79).
ore 21, ingresso 10€
dalle 20.00 sarà possibile cenare
________________________________________________________________________________________
FiguOrkestar Logowhite

La band nasce dal concerto-spettacolo “Figurelle. Storie, Canzoni, Apparizioni” della compagnia teatrale LabPerm di Ricerca sull’Arte dell’Attore diretta da Domenico Castaldo, attiva a Torino dal 1997, in collaborazione con i musicisti del Rosso Rustico Amaro Trio, attivo dal 1992. Ne risulta un’originalissima commistione fatta di musicalità nuovamente popolare, perché intrisa di teatralità, umanità e poesia, che sa toccare note trascinanti o note nostalgiche e fortemente evocative.

Domenico Castaldo & Figurelle Orkestar negli ultimi tre anni ha circuitato in Italia presso Teatri, Festival di musica e teatro ed ha inciso i suoi brani presso la Verosound Studio di Fabio Barovero. Tutte le canzoni sono originali, i testi composti da Domenico Castaldo e le musiche arrangiate dall’ensemble.

Le fi’urelle in dialetto napoletano rappresentano le immagini dei calciatori e quelle dei santi. Il gruppo porta in scena una serie di Figurelle canore, ma anche musicali e teatrali. I testi delle canzoni sono paesaggi e storie, viaggi e persone.

La band si avvale della presenza di musicisti (chitarre, fisarmonica, gran cassa), un coro femminile con piccoli e curiosi strumenti musicali, e fra svariate percussioni la voce solista del poliedrico autore, attore, cantante, regista Domenico Castaldo. Le parole e la musica si supportano, s’inseguono, si abbracciano come nella canzone d’autore, come nella musica popolare.

Castaldo e il gruppo incarnano le fi’urelle e le rendono animate, vive, senzienti e rispondenti per un’ora e più di piacere condiviso nella danza e nella panza.
Attenzione! non lo stomaco, la panza… che è dove risiede ogni più gioiosa sostanza.

Gian Luca Favetto – La Repubblica – Dicembre 2013
Il lavoro di Domenico Castaldo riassume in sé teatro, azione vocale, pensiero fisico, party speciale, circo e festival, divertimento e abisso; una di quelle esperienze di cultura popolare che si vengono a conoscere non con il porta a porta, ma con il faccia a faccia; non con il passaparola, ma con il passacorpo.

Loris Bohm – Lineatrad – Aprile 2014
Abilissimi attori carichi di espressività raccontano storie credibili, le mettono in musica, e il risultato finale è una performance assolutamente coinvolgente. Canzoni di loro composizione, immediatamente fruibili da chiunque, per una riscrittura totale del pentagramma e delle potenzialità vocali che denota una genialità dissacrante. Il divertimento è l’essenza stessa del loro lavoro.

Megan Cipollini – Emergenza Festival USA – April 2014
This band from Turin brings folk stories alive through his totally unique musical narrative, jubilant rhythm, uplifting play of human voices, hilarious sound effects and catchy melody.

Simone Azzoni – D’Ars Magazine – Maggio 2015
Un’esperienza musicale popolare nel senso di folk, ma anche di tradizione, radici, connessioni con modelli performativi arcaici, precedenti alle forme liturgiche, alle danze contadine, alle differenziazioni regionali. Il suo teatro va visto e ascoltato fuori dai templi dei crossmedia, del cultural design, dei funambolismi lessicali che descrivono la ricerca oggi. […] Il suo teatro che un po’ ci ricorda i Brincadera, un po’ l’anarchia cinica di Piero Ciampi è leggero perché è moderato. Non nei testi, non negli obiettivi. Sia ben chiaro, “il mondo che ci dicono vero e un misero inganno, è un buco nero” e “c’è una voglia di rivolta che non s’arresta”.

Laboratorio Permanente di Ricerca sull'Arte dell'Attore di Domenico Castaldo

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.