Regina Meteora al Torino Mad Pride: 29 maggio 2013

Buongiorno a tutti,
l’ultima volta che ho messo i panni di Regina Meteora era il 2007, li riprendo oggi e mi portano  sempre in un viaggio mitico e affascinante nato per essere condiviso, vi aspetto dunque al

Torino Mad Pride
29 Maggio 2013 – ore 21.30,
Cine Teatro Baretti, 
Via Giuseppe Baretti, 4 -Torino

Saluti
Katia Capato

 

 

REGINA METEORA – Delirio Amoroso di Katarijna Ludmilla II

Di K. Capato e D. Castaldo
Una produzione del LabPerm di D. Castaldo
con K. Capato
Testi tratti da Alda Merini, Processo a Giovanna d’Arco, Apocalisse.

La Regina Katarijna Ludmilla II è davanti alla corte: dottori della fede, medici e dignitari.
Ha compiuto atti di estrema gravità che ne rivelano un animo folle ed indomito ed una crudezza fuori della norma: tentò di mangiare il proprio figlio per ripristinare l’antica verginità, e dar fine ad una dinastia di despoti. Dichiarò morto il marito, sovrano ancora in vita e regnante. Tentò il suicidio e decapitò due nobili dignitari. Dà credito a misteriose voci, che lei sostiene giungere direttamente da Dio. Sostiene di essere Regina e condottiera, guida il popolo alla  conquista del regno dei Cieli. 
Un giorno giungerà –le dicono le voci- dove Dio l’attende, diventerà sua consorte e partorirà un figlio di nome Gesù, che camperà cent’anni, senza morire in croce.
La Regina non dubita che tutto  questo avverrà ma forze demoniache tentano d’impedirlo. 
Ai suoi soldati ha ordinato di far costruire scale alte fino al cielo e di prepararsi con scudi e con frecce perché chi non vorrà salire cercherà di fermarli. La si chiama Meteora da quando fu trovata viva ed incolume dopo un salto per evadere dalla torre dove era stata rinchiusa e sorvegliata per la propria ed altrui incolumità.
Dopo molti ammonimenti la Corte Regale ha deciso di deporla. Ma essendo essa Regina Ereditaria le chiedono in  un atto estremo di abdicare.

Annunci