Produzione

Ogni spettacolo matura seguendo un proprio specifico percorso di crescita:

questo può prevedere che la pratica si completi nella drammaturgia e si inserisca in una messa in scena con un preciso indirizzo registico. La ricerca in esso passa dai mezzi tecnici ai mezzi evocativi dell’attore e dell’essere umano. Spesso lo spettacolo realizza una sintesi tra la storia dell’uomo, il percorso degli attori ed il testo.
Il testo di riferimento (che può non essere teatrale) è fonte di concetti letterali, di parole, così come di azioni per la scena, ma può nell’elaborazione distaccarsene per acquistare vita e possibilità autonome.
Lo spazio scenico si riempie e si modifica attraverso gli impulsi e le azioni.
Ogni oggetto è utilizzato nella sua essenzialità affinché collabori con il corpo in movimento e rifinisca le scene. Nella stanza delle prove, vuota, la partitura degli spettacoli si adatta sfruttandone ogni particolarità: una nicchia, un davanzale o un modo di risuonare. Dentro di essa gli attori eseguono e la confidenza che ne nasce genera un rapporto speciale con il luogo, essenziale strumento.

RASSEGNA STAMPA

Repertorio Produzioni Progetti & Collaborazioni

Laboratorio Permanente di Ricerca sull'Arte dell'Attore di Domenico Castaldo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: