MacCaluso – La scalata alla dominanza

[expand title=”Rassegna Stampa” rel=”piece-highlander”]

[/expand]

Liberamente ispirato al Macbeth di William Shakespeare
di Domenico Castaldo
con Katia Capato, Domenico Castaldo, Davide Curzio, Ettore Scarpa,
Claudio Sportelli e gli attori del Laboratorio Permanente di Ricerca sull’Arte
dell’Attore
luci e scene Antonio Stallone
costumi Atelier Enrica Daidone
grafica Raffaella Brusaglino
produzione Teatro Stabile Torino – SantiBriganti Teatro
in collaborazione con il Coordinamento Moncalieri Teatro

[good-old-gallery]
MacCaluso – La scalata alla dominanza si presenta alla mia immaginazione come una serie di esplosioni: musicali, canore, visive e drammaturgiche. Una competizione e una progressiva presa di coscienza. Un percorso di Vittoria ed uno di Conquista (chi vince non sempre conquista). La narrazione tocca tante e diverse storie già scritte (Macbeth, Re Lear, Amleto… e molti altri), per costruire, con mille frammenti il mosaico complesso di una gara elettorale. La politica di questo nostro immaginario è lontana da quella della attualità dei mass media, la evita, come la peste. E’ piuttosto la fitta rete di regole per la sopravvivenza di una tribù, dei suoi valori più alti, profondi e antichi. I quattro atti della vicenda contano le successive trasformazioni dell’animo dei protagonisti e dell’anima del gruppo sino all’election’s day, sorprendente epilogo.

MacCaluso: MacCaluso non è cattivo, è impetuoso! […]

MacBanquo: Parola di MacBanquo: il vero vincerà! Di ripeterlo non mi stanco Don Duncano assassinato, si riapre la corsa alla testa del mondo. MacCaluso il braccio destro, MacBanquo il braccio sinistro, vogliono farsi testa. 1, 2 e… 3 BANG! La gara ha inizio! Sulla quadriga dell’ambizione sfrecciano gli sciacalli della dominanza, il coro degli astanti freme e incita (olé!) la terra trema, sputano e sbuffano i destrieri e ciottoli sprizzano proiettati in cielo. La scalata alla dominanza accende la febbre. Ma la clessidra gira, e il mondo si rovescia, il pieno si svuota ed il vuoto… s’abboffa. Il Matto, l’Oracolo, la Papessa, Peppe Castoro, il Mercante, la Donna Fatal, le Streghe…segnano il percorso che stravolgerà l’esistenza ai due uomini più importanti dell’universo…di Tauribello Calabro.

Laboratorio Permanente di Ricerca sull'Arte dell'Attore di Domenico Castaldo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: