Le Argonautiche alla ex-Limone

Moncalieri – Ha esordito lunedì sera nello spazio Fonderie Teatrali Limone il più atteso spettacolo della rassegna: Le Argonautiche, che viene replicato tutte le sere alle 22.15 sino a sabato 13 luglio, dalla compagnia moncalierese Santibriganti. La vicenda trae spunto da Pelia, che era re di Iolco, in Tessaglia. Per liberarsi di Giasone, al quale avrebbe dovuto restituire il trono, lo spedisce alla conquista del vello d’oro. “Le Argonautiche ed il nostro viaggio di scoperta corrono paralleli, l’uno è metafora, l’altro è realtà” – spiega Domenico Castaldo, regista ed interprete dello spettacolo – “Si viaggia con il ritmo di chi cerca di apprendere.
Si seguono impulsi che nascono dal desiderio, dal ricordo di un momento speciale del passato, in cui tutto fu abbandonato per iniziare qualcosa.” Si tratta degli attimi che decidono i destini della vita degli individui e in questo caso l’istinto ha fatto prediligere quello che era sconosciuto. E’ un moto di ribellione per sottrarsi alle autorità, ma soprattutto è scelta di autodeterminazione di sé e del proprio futuro. Le Argonautiche è un testo da Apollonio Rodio; l’interpretazione è affidata a Katia Capato, Matteo Audi Grivetta, Davide Curzio, Ettore Scarpa, Claudio Sportelli e allo stesso Castaldo.

Annunci

Laboratorio Permanente di Ricerca sull'Arte dell'Attore di Domenico Castaldo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: