Archivi tag: labperm

Armonie dai Confini dell’Ombra | Dal 23 Ottobre al 23 Novembre 2017

Armonie_confini_ombra


ARMONIE DAI CONFINI DELL’OMBRA, del LabPerm di Castaldo

TEMPI E MODALITA’
Dal 23 OTTOBRE al 23 NOVEMBRE 2017,
per 23 repliche, per 23 spettatori,
alle ore 21

Presso le CRIPTE di SAN PIETRO IN VINCOLI ZONA TEATRO, via San Pietro in Vincoli 28, Torino.
Prenotazione obbligatoria.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI
3381728883
oppure scrivere a prenotazioni@labperm.it con oggetto ARMONIE DAI CONFINI DELL’OMBRA


Un’esperienza unica!”; “Ma…è teatro? Un concerto? Una visita? Cosa è questa…esperienza? Non avevo mai assistito una cosa simile!”; ”Ci avete riportato nel cuore dei misteri eleusini.”; “Fa davvero bene questo a mente e corpo…dovrebbero prescriverlo!”; “E’ stato salutare come stare alle terme, sento ancora le vibrazioni sotto la pelle”. Questi sono alcuni dei centinaia di commenti degli spettatori che riempirono le serate della precedente apertura.
Questa la ragione che ci ha spinto a riproporlo!


Armonie dai confini dell’ombra è una performance itinerante, un concerto in movimento. Un’esperienza di canto tattile. Gli attori e le attrici guidano gli spettatori attraverso le cripte dell’ex cimitero di San Pietro in Vincoli, in una esperienza tra luce ed ombra, voci e silenzi.

Ispirazione centrale per la drammaturgia sono state alcune riflessioni (tratte dal libro “Beata Semplicità”) di R.Panikkar. Si è lavorato per incarnare il valore del silenzio e della parola autentica come suo sacrificio: una via per renderlo sacro. Ci si è rivelato così il silenzio nella sua semplicità.
Da tale silenzio si generano le armonie, gli accordi tra gli esseri umani; e da qui si tocca la radice della vitalità, ovvero l’amore per la vita.
Entrare in Armonie è prendere parte a una festa vitale e leggera, verso cui tutte le azioni degli attori sono protese.

I canti sono originali. Alcuni attingono da ritmi e pulsazioni di canti tradizionali e li rielaborano con parole ispirate a poesie di A.Tarkowski e all’opera di F.Nietzche. Altri sono totalmente originali in ritmi, melodie e testi. Cercano la parola e il suono che emergono dal silenzio e la luce che emerge dall’ombra.

Solo 23 spettatori alla volta possono accedere ad ogni replica, il che rende l’esperienza ancora più intima, da percepire con tutti i sensi e a cui abbandonarsi.281616


The Healing Presence project

Armonie dai confini dell’ombra è una performance nata all’interno di un più ampio progetto del LabPerm di Castaldo, The Healing Presence – La Presenza che Cura.
Il carattere di cura insito nel progetto pretende di rendere quotidiano il verso del poeta T.S. Eliot “Insegnaci a prenderci cura piuttosto che a curare”: l’arte dell’attore accoglie in sé tutti gli elementi utili per portare attenzione al proprio corpo e alla propria mente, per evolvere le proprie qualità nella comunicazione e nella formulazione del pensiero, e per interpretare le eredità letterarie, scientifiche e filosofiche.
The Healing Presence project rispondere ad un mondo in crisi travolto da immani tragedie, con lo specchiarsi in un mondo di gioia e di valori oltre umani.281279


ARMONIE non prevede il costo di un biglietto, è un’esperienza a cui ogni partecipante contribuirà in base alla propria capacità di fare un’offerta.
La prenotazione alla serata ARMONIE è obbligatoria.
Il versamento anticipato di 5 euro (come quota associativa LabPerm) vi assicurerà di mantenere il posto nel giorno da voi scelto.

Per info e prenotazioni:
scrivere a prenotazioni@labperm.it
oppure telefonare al +39 3381728883

Annunci

Conferenza-spettacolo di presentazione del libro IN VIAGGIO DA XX | 1 Luglio, ore 21 | Polo Letterario della Cavallerizza Reale

Zio Vanja in viaggio da XX defSABATO 1 LUGLIO, ORE 21.00
POLO LETTERARIO della CAVALLERIZZA REALE, via Verdi 19, Torino

Conferenza-spettacolo di presentazione del libro
“IN VIAGGIO DA XX – RIFLESSIONI DA VENT’ANNI DI RICERCA SULL’ARTE DELL’ATTORE”
di Domenico Castaldo.
Scritto e curato in collaborazione con Ginevra Giachetti.
Relatore Fernando Mastropasqua, professore di Antropologia Teatrale

______________________________________________

In viaggio da XX è una raccolta di pensieri e riflessioni scaturite dal punto di vista di una persona che ha dedicato e dedica la sua vita all’arte dell’attore e che, grazie agli strumenti acquisiti grazie a questa pratica quotidiana, osserva e decodifica la realtà in cui vive.

Qual è il ruolo dell’attore oggi che il teatro, nella sua funzione rituale, è morto? Abbiamo cercato una risposta nella figura di Zio Vania, un uomo che, come tanti, ha visto sfumare il suo sogno a causa dell’impossibilità di mezzi dettata dal sistema in cui vive.
La compagnia del LabPerm – che Castaldo guida da venti anni – con questo libro e con la sua azione quotidiana lavora perché gli Zio Vania possano continuare a sognare, creare, avere luoghi, possibilità e realizzarsi.

ANIMA – open work_Performer Persona Project | 14 Maggio 2017 – San Pietro in Vincoli Zona Teatro, Torino

ANIMA – open work –
Performer Persona Project, Cile.
ANIMA
Nell’ambito della Terza Edizione dell’Encuentro Fronterizo Italia – Polonia ’17 (progetto finanziato da CNCA, Fondart Convocatoria 2017, Cile) in collaborazione con il Laboratorio Permanente di Domenico Castaldo, l’ensemble cileno Performer Persona Project presenterà ANIMA – open work – un processo di lavoro aperto, ispirato e adattato a partire dalle performances “PERSONA” e “FALSIFICATORI DELL’ANIMA”.

ANIMA è un processo aperto ispirato e adattato a partire dalle riflessioni sugli ultimi due lavori di Performer Persona Project, ensemble cileno diretto da Claudio Santana. Un invito ad avvicinarsi ad una parte intima e vulnerabile del lavoro di questo gruppo di persone/personaggi. Una “follia aberrante”: una stravagante simulazione di quel che potremmo chiamare il tentativo di resa di fronte al dramma della propria esistenza. Da un lato l’immersione nell’eterna ricerca di maestri e di significati: il percorso verso la comprensione del “perchè facciamo quel che facciamo”. Dall’altro la prova, l’applicazione tangibile, il rischio che si deve correre per poter condividere con il pubblico il processo vivo di una performance – dalla teoria all’applicazione nell’esperienza.
Regia: Claudio Santana Borquez – Produzione: Francesca Bono – con Juan Pablo Vasquez, Braulio Verdejo, Vicente Cabrera y Claudio Santana
Durata: 75 min.
Foto crédito: Francesca Bono.

Videos:
“Persona”: https://vimeo.com/165865743,
“Falsificatori dell’Anima”: https://vimeo.com/187375854 ,
and 1° Encuentro Fronterizo 2015: https://vimeo.com/180239612

PERFORMER PERSONA PROJECT (Chile) coltiva una pratica incentrata nell’esperienza viva dell’essere umano in azione. Silenzio, ascolto e osservazione sono porte d’accesso all’anelo che conduce all’azione. Il lavoro su corpo, testo, canto e ritmo è essenziale. Questa prospettiva è stata sviluppata attraverso performance, ricerca e processi formativi.
PPP è diretto da Claudio Santana Borquez e composto da: Francesca Bono (produttrice, videomaker, partner creativa), Juan Pablo Vasquez (attore), Braulio Verdejo (attore) e Vicente Cabrera (attore).
L’ensemble ha presentato il suo lavoro, in diversi formati e contesti, in Cile, Italia, Inghilterra, Polonia.
PPP è appoggiato da Grotowski Institute, STUDY || ROSA (Polonia), Laboratorio Permanente di Ricerca sull’Arte dell’Attore (Italia) e il Dipartimento di Arti performative dell?Università di Playa Ancha (Valparaíso, Cile).
www.performerpersonaproject.cl