Archivi tag: musica

Armonie dai Confini dell’Ombra | dal 28 marzo al 2 aprile e dal 9 al 15 aprile | Cripte dell’ex cimitero di san Pietro in Vincoli, Torino

Dopo il grande successo, le repliche di Armonie dai Confini dell’Ombra continuano anche nel 2018 a Torino, Milano ed Aosta…continuate a seguirle!

dal 28 MARZO al 2 APRILE / e dal 9 al 15 APRILE ore 21
presso le CRIPTE DELL’EX CIMITERO DI SAN PIETRO IN VINCOLI, Via San Pietro in Vincoli 28, Torino

Per massimo 23 spettatori a sera.
La prenotazione anticipata alla serata ARMONIE è obbligatoria.
Biglietto intero: 15 €
Biglietto ridotto: 10 € (per under 26, over 60, e gruppi di minimo 5 persone)

Per info e prenotazioni: scrivere a prenotazioni@labperm.it
oppure telefonare/scrivere al 3381728883 (in orario 10-13)


LabPerm di Domenico Castaldo
Vi invita ad
ARMONIE DAI CONFINI DELL’OMBRA
Un concerto tattile
Una performance itinerante per corpo e mente

Con Domenico Castaldo, Ginevra Giachetti, Marta Laneri, Rui Albert Padul, Natalia Sangiorgio

“Un’esperienza unica!”; “Ma, è teatro? Un concerto? Una visita? Cosa è questa…esperienza? Non avevo mai assistito una cosa simile!”; ”Ci avete riportato nel cuore dei misteri eleusini.”; “Fa davvero bene questo a mente e corpo…dovrebbero prescriverlo!”; “E’ stato salutare come stare alle terme, sento ancora le vibrazioni sotto la pelle”. Questi sono alcuni dei centinaia di commenti degli spettatori che riempirono le serate della precedente apertura.
Questa la ragione che ci ha spinto a riproporlo!

Breve presentazione
Armonie dai confini dell’ombra è una performance itinerante, un concerto in movimento. Un’esperienza di canto tattile. Gli attori e le attrici guidano gli spettatori attraverso le cripte dell’ex cimitero di San Pietro in Vincoli, in una esperienza tra luce ed ombra, voci e silenzi.

Ispirazione centrale per la drammaturgia sono state alcune riflessioni (tratte dal libro “Beata Semplicità”) di R.Panikkar. Si è lavorato per incarnare il valore del silenzio e della parola autentica come suo sacrificio: una via per renderlo sacro. Ci si è rivelato così il silenzio nella sua semplicità.
Da tale silenzio si generano le armonie, gli accordi tra gli esseri umani; e da qui si tocca la radice della vitalità, ovvero l’amore per la vita.
Entrare in Armonie è prendere parte a una festa vitale e leggera, verso cui tutte le azioni degli attori sono protese.

I canti sono originali. Alcuni attingono da ritmi e pulsazioni di canti tradizionali e li rielaborano con parole ispirate a poesie di A.Tarkowski e all’opera di F.Nietzche. Altri sono totalmente originali in ritmi, melodie e testi. Cercano la parola e il suono che emergono dal silenzio e la luce che emerge dall’ombra.

The Healing Presence project
Armonie dai confini dell’ombra è una performance nata all’interno di un più ampio progetto del LabPerm di Castaldo, The Healing Presence – La Presenza che Cura.
Il carattere di cura insito nel progetto pretende di rendere quotidiano il verso del poeta T.S. Eliot “Insegnaci a prenderci cura piuttosto che a curare”: l’arte dell’attore accoglie in sé tutti gli elementi utili per portare attenzione al proprio corpo e alla propria mente, per evolvere le proprie qualità nella comunicazione e nella formulazione del pensiero, e per interpretare le eredità letterarie, scientifiche e filosofiche.

The Healing Presence project rispondere ad un mondo in crisi travolto da immani tragedie, con lo specchiarsi in un mondo di gioia e di valori oltre umani.

Annunci

Armonie dai Confini dell’Ombra | 1-2-3-4 Febbraio 2018, centro olistico Spazio Tai, Milano

Dopo il grande successo, le repliche di Armonie dai Confini dell’Ombra continuano anche nel 2018 a Torino, Milano ed Aosta…continuate a seguirle!

1, 2, 3, 4 FEBBRAIO ore 21
presso il centro olistico SPAZIO TAI, via Tadino 60, Milano

Performance per sole 20 persone a sera.
La prenotazione anticipata alla serata ARMONIE è obbligatoria.
Biglietto intero: 15 €
Biglietto ridotto: 10 € (per under 26, over 60 e gruppi di minimo 5 persone)

Per info e prenotazioni scrivere a prenotazioni@labperm.it
oppure telefonare/scrivere al 3381728883 (in orario 10-13)


LabPerm di Domenico Castaldo
Vi invita ad
ARMONIE DAI CONFINI DELL’OMBRA
Un concerto tattile
Una performance itinerante per corpo e mente

Con Domenico Castaldo, Ginevra Giachetti, Marta Laneri, Rui Albert Padul, Natalia Sangiorgio

“Un’esperienza unica!”; “Ma, è teatro? Un concerto? Una visita? Cosa è questa…esperienza? Non avevo mai assistito una cosa simile!”; ”Ci avete riportato nel cuore dei misteri eleusini.”; “Fa davvero bene questo a mente e corpo…dovrebbero prescriverlo!”; “E’ stato salutare come stare alle terme, sento ancora le vibrazioni sotto la pelle”. Questi sono alcuni dei centinaia di commenti degli spettatori che riempirono le serate della precedente apertura.
Questa la ragione che ci ha spinto a riproporlo!

Breve presentazione
Armonie dai confini dell’ombra è una performance itinerante, un concerto in movimento. Un’esperienza di canto tattile. Gli attori e le attrici guidano gli spettatori attraverso le cripte dell’ex cimitero di San Pietro in Vincoli, in una esperienza tra luce ed ombra, voci e silenzi.

Ispirazione centrale per la drammaturgia sono state alcune riflessioni (tratte dal libro “Beata Semplicità”) di R.Panikkar. Si è lavorato per incarnare il valore del silenzio e della parola autentica come suo sacrificio: una via per renderlo sacro. Ci si è rivelato così il silenzio nella sua semplicità.
Da tale silenzio si generano le armonie, gli accordi tra gli esseri umani; e da qui si tocca la radice della vitalità, ovvero l’amore per la vita.
Entrare in Armonie è prendere parte a una festa vitale e leggera, verso cui tutte le azioni degli attori sono protese.

I canti sono originali. Alcuni attingono da ritmi e pulsazioni di canti tradizionali e li rielaborano con parole ispirate a poesie di A.Tarkowski e all’opera di F.Nietzche. Altri sono totalmente originali in ritmi, melodie e testi. Cercano la parola e il suono che emergono dal silenzio e la luce che emerge dall’ombra.

The Healing Presence project
Armonie dai confini dell’ombra è una performance nata all’interno di un più ampio progetto del LabPerm di Castaldo, The Healing Presence – La Presenza che Cura.
Il carattere di cura insito nel progetto pretende di rendere quotidiano il verso del poeta T.S. Eliot “Insegnaci a prenderci cura piuttosto che a curare”: l’arte dell’attore accoglie in sé tutti gli elementi utili per portare attenzione al proprio corpo e alla propria mente, per evolvere le proprie qualità nella comunicazione e nella formulazione del pensiero, e per interpretare le eredità letterarie, scientifiche e filosofiche.

The Healing Presence project rispondere ad un mondo in crisi travolto da immani tragedie, con lo specchiarsi in un mondo di gioia e di valori oltre umani.

LITURGIA BEYOND BORDERS | Workshop sul canto guidato dal LabPerm | dal 16 al 18 Dicembre 2017, Torino

Ben ritrovati, ecco un nuovo appuntamento con L.U.P.A. e il LabPerm.

Dal 16 al 18 Dicembre ci sarà la possibilità per tutte quelle persone che desiderano cantare con noi: LITURGIA, la struttura che rivitalizza noi stessi e l’incontro con gli altri attraverso il canto. Si seguono tre semplici regole e, senza spiegazioni, si aprono le porte per una dimensione extra-quotidiana.

LITURGIA

LITURGIA, condotto dal LabPerm di Castaldo


[dal greco] Azione per il popolo
Si entra, si zittisce la mente, si respira, si ascolta, si canta; ci si muove con l’altro in una comune pulsazione, ci si libra sulle vibrazioni prodotte dall’insieme di corpi. Si torna, si esce.

Gli invitati alla Liturgia del LabPerm sono guidati nel seguire canti, i testi e le azioni come spettatori o come partecipanti.
Ci sono tre regole:
non fare del male a se stessi
non fare del male agli altri
cantare più piano di chi guida

TEMPI E MODALITA’:

16, 17, 18 DICEMBRE 2017, dalle 19 alle 22
presso San Pietro in Vincoli Zona Teatro, in via San Pietro in Vincoli 28, Torino.
Questo modulo, dal titolo LITURGIA BEYOND BORDERS, sarà in collaborazione con Paolo Moreschi della cooperativa sociale Progetto Tenda e sarà specificatamente rivolto anche ad i “nuovi italiani”, ovvero stranieri, extra-comunitari, rifugiati, etc.

Minimo 10 partecipanti

Per maggiori info e iscrizioni
chiamare il 3387035392
oppure scrivere a lupaliberauniversita@gmail.com con oggetto “LITURGIA”

Clicca qui per avere maggiori dettagli sul workshop.

FIGURELLE ORKESTAR IN CONCERTO | 7 Dicembre 2017, Teatro Lanzo Incontra, Lanzo Torinese (TO)

E dopo il grande successo di Armonie Dai Confini dell’Ombra il LabPerm è pronto a rimettersi i panni della Figurelle Orkestar, la band più vitale che ci sia!

Saremo ospitati il 7 Dicembre alle ore 21 al Teatro Lanzo Incontra – piazza Rolla, Lanzo Torinese – in occasione della rassegna Ponti di Vista di Compagni di Viaggio.
Qui è possibile avere maggiori informazioni sulla serata e sulle operazioni di biglietteria.

DSC01242_resize (2)


Domenico Castaldo – voce principale, cajon, concertina, darbuka e metallofono
Ginevra Giachetti – voce, flauto traverso e piccole percussioni
Marta Laneri – voce e grancassa
Gianni Maestrucci – vibrafono, marimba, congas, e qualsiasi altra sorta di percussioni
Paolo Moreschi – chitarra classica, basso acustico, voce
Rui Albert Padul – chitarra acustica e voce
Natalia Sangiorgio – voce e piccole percussioni

“Eccoci qua: Figurelle Orkestar! Veniamo dal mondo – Europa – Italia – Piemonte – Torino – Porta Palazzo per l’esattezza, un crogiuolo di razze, stazze, puzze e svariata umanità. Ma ci piacerebbe andare lontano, oltre il Manzanarre e il Reno, oltre il continente Nero, oltre tutto quanto par vero e sappiamo che siam stati di già. Saltando, picchiettando, giocherellando, trotterellando sappiam che solo così si conquista la libertà.”
Le parole e la musica si supportano, s’inseguono, si abbracciano come nella canzone d’autore, come nella musica popolare. Castaldo e il gruppo incarnano le fi’urelle e le rendono animate, vive, senzienti e rispondenti per un’ora e più di piacere condiviso nella danza e nella panza. Attenzione! non lo stomaco, la panza… che è dove risiede ogni più gioiosa sostanza. Ne risulta un’originalissima commistione fatta di musicalità nuovamente popolare, perché intrisa di teatralità, umanità e poesia, che sa toccare note trascinanti o note nostalgiche e fortemente evocative.